Pagina principale Notizie, Regolamentazione, Criptovalute, Italia
Hot topic
21 Novembre
109 109

La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (Consob) ha ordinato la cessazione delle attività illecite di 3 aziende, operanti nel settore delle criptovalute, che forniscono servizi di investimento non autorizzati.

La prima società interessata è la piattaforma di trading Richmond Investing, a cui viene contestata la violazione dell’articolo 18 del Testo Unico della Finanza (TUF), una legge fondamentale che disciplina i mercati finanziari italiani, non essendosi registrata come intermediario finanziario.

Le altre due società oggetto dell’azione della Consob sono Eagle Bit Trade, per la sua offerta di trading package non autorizzati, e Crypton Ltd., che gestisce un business basato sullo staking della criptovaluta Crypton. A entrambe le aziende è stato intimato di sospendere le operazioni in Italia per un periodo di 90 giorni.

Il provvedimento si estende all’attività pubblicitaria tramite Facebook di Alessandro Brizzi, rappresentante di Cryptoforce, azienda proprietaria di Crypton.

Leggi anche:
Perfavore descrivi l'errore
Chiudere