Bitcoin affonda e tocca nuovi minimi per il 2018
Pagina principale Notizie, Bitcoin, Altcoin, Bitcoin Cash, Criptovalute
Hot topic
15 novembre 2018
897 897

Nella giornata di ieri il bitcoin (Bitcoin) ha iniziato una forte discesa. Durante questa caduta libera è arrivato a bucare i 5600 $ per la prima volta nel 2018.

Il crash è stato preceduto da un periodo segnato dall’assenza della proverbiale volatilità della principale criptovaluta, che invece ora viene data a 5495 $ su Coinmarketcap, -12,94 % rispetto alle 24 ore precedenti.

Nel frattempo l’indice di dominanza del BTC ha superato il 54% e adesso si attesta intorno al 53%. All’inizio della settimana era pari al 52%.

Le vendite si sono estese a tutto il comparto crypto. La capitalizzazione totale che si è assottigliata di circa 25 miliardi di dollari, raggiungendo così quota 185 miliardi di dollari, mentre i volumi giornalieri sono praticamente raddoppiati rispetto a ieri.

Gran parte delle altcoin sono in rosso e quasi sempre con perdite a doppia cifra percentuale. Spicca in negativo la performance di Bitcoin Cash (Bitcoin.Cash), che azzera i guadagni registrati negli ultimi giornii n attesa dell’hard fork e ritraccia cedendo il 25% sul time frame settimanale.

Mati Greenspan, Senior Market Analyst di eToro, ha chiamato in causa l’attivazione degli stop loss in area 6000 $ per bitcoin e un possibile “effetto spillover” provocato dal parallelo sell-off delle azioni tech.

Un’altra ragione per questo collasso potrebbe derivare dai trader e dagli investitori statunitensi. Alcuni osservatori hanno ipotizzato che i contribuenti americani starebbero scaricando le loro posizioni in criptovalute, allo scopo rientrare in uno scaglione più favorevole per quanto riguarda le imposte sulle plusvalenze.

Inoltre, sempre nella giornata di ieri, sono stati chiusi i futures sul bitcoin del CBOE.

Leggi anche:
Perfavore descrivi l'errore
Chiudere