L’Italia aderisce al Partenariato Europeo sulla blockchain
Pagina principale Notizie, Italia, Unione Europea, Criptovalute, Blockchain
Hot topic
27 Settembre
110 110

Oggi a Bruxelles il ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro Luigi Di Maio ha firmato l’adesione dell’Italia alla Blockchain Partnership, iniziativa lanciata ad aprile a cui avevano preso parte inizialmente 22 paesi europei. In seguito si sono uniti al progetto Grecia, Romania, Danimarca e Cipro.

“L’Italia, inspiegabilmente, ne era rimasta fuori. Almeno fino ad oggi: lo scopo principale della collaborazione tra gli Stati membri sarà per lo scambio di esperienze e competenze in campo tecnico e normativo, soprattutto al fine di promuovere la fiducia degli utenti e la protezione dei dati personali, di aiutare a creare nuove opportunità di business e di stabilire nuove aree di leadership dell’Ue a beneficio dei cittadini, dei servizi pubblici e delle aziende”, ha commentato Di Maio.

A dare la notizia era stata ieri la deputata del M5S Mirella Liuzzi, segretario di presidenza della Camera, che ha spiegato in un’intervista a Key4biz:

“Dopo la call per la selezione di 30 componenti del Gruppo di esperti di alto livello per l’elaborazione della strategia nazionale sull’intelligenza artificiale, il Mise a breve lancerà la call per esperti in blockchain per la stesura della strategia nazionale del settore”.

La firma dell’Italia è stata accolta con favore da Mariya Gabriel, commissario europeo per l’economia e la società digitali e promotrice dell’accordo, secondo cui la blockchain è “una tecnologia chiave di un internet incentrato sull’uomo”.

Leggi anche:
Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti