Il Nasdaq testa uno strumento di previsione dei prezzi di 500 criptovalute
Pagina principale Notizie, Mercato USA, Criptovalute, Exchange
Hot topic
11 Settembre
111 111

Il Nasdaq sta mettendo a punto uno strumento speciale per i clienti interessati alle crypto.

Il Nasdaq, la seconda borsa valori più grande del mondo, fornirà ai clienti istituzionali uno strumento speciale che analizzerà l’andamento dei mercati delle criptovalute. A riferirlo è Coindesk, che cita una fonte interna della società.

Secondo queste indiscrezioni, il Nasdaq starebbe già conducendo dei test della versione beta del software. La release pubblica vera e propria è prevista per novembre.

L’anno scorso la piattaforma del Nadsaq ha lanciato Analytics Hub, un centro di analisi. A questo centro verrà aggiunto uno strumento previsionale specializzato nei movimenti di prezzo degli asset digitali. Il servizio utilizza algoritmi di apprendimento automatico e di elaborazione del linguaggio naturale (natural language processing, PNL) per raccogliere dati dai social network e da altre fonti di informazione.

Lo scopo prefissato è presentare a trader e investitori un quadro più completo delle possibili dinamiche di mercato. Verranno seguiti i movimenti di circa 500 criptovalute con un approccio a tre vie, che si basa sull’analisi dei movimenti dei fondi custoditi nei wallet, sui dati provenienti dagli exchange di criptovalute e dai social network.

Finora non ci sono commenti ufficiali da parte della società.

Bill Dague, responsabile dell’analisi dei dati alternativi, ha spiegato che il Nasdaq sta sì esplorando il settore degli asset digitali, ma allo stesso tempo non è ancora noto se il prodotto associato alle criptovalute verrà lanciato.

Detto questo, non si tratta dei primi rumors che collegano la borsa elettronica statunitense alle criptovalute.

La piattaforma del Nasdaq sarebbe pronta a lanciare il trading di criptovalute nel secondo trimestre del 2019, secondo quanto riferito dai media, attraverso una partnership con Gemini, exchange dei fratelli Winklevoss.

E già ad aprile Adena Friedman, ceo del Nasdaq, aveva mostrato una certa apertura nei confronti dello scambio di crypto sulla borsa, in attesa della maturazione di questo mercato.

Adesso quella disponibilità sembra essere mutata in volontà di ricoprire un ruolo centrale nel progressivo avvicinamento tra criptovalute e Wall Street.

Leggi anche:
Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti