Ethereum si lecca le ferite
Pagina principale Notizie, Criptovalute, Ethereum
Hot topic
10 Settembre
153 153

Tracollo per Ethereum, che ha toccato i minimi in 11 mesi.

Ethereum riprende fiato dopo una settimana in caduta libera, nella quale è precipitato fino a quota 188 $, cedendo oltre il 35%. Sette giorni fa l’ether si attestava intorno ai 290 $. Nel frattempo il suo market cap è calato da oltre 30 miliardi di dollari a 19,15 miliardi di dollari.

Al momento della scrittura l’impulso ribassista che ha caratterizzato la criptovaluta sembra essersi preso una pausa. Il prezzo dell’ETH viaggia a 197 $ su Coinmarketcap, con un rialzo di circa l’1,28% rispetto a ieri. Ethereum non scendeva sotto i 200 $ da luglio dell’anno scorso.

Si tratta comunque dell’86% in meno rispetto ai massimi storici di 1432,88 $ segnati il 13 gennaio.

Notizie come la prevista apertura del trading degli Ethereum futures sul Chicago Board Options Exchange, che alcune analisi considerano una potenziale minaccia al prezzo dell’ETH, potrebbero aver contribuito a questo forte ribasso.

La performance negativa di Ethereum pare essere stata accelerata dalle vendite degli ETH in possesso delle società che hanno lanciato raccolte fondi tramite ICO, preoccupate di non poter portare a termine i loro progetti dopo una discesa così rapida delle quotazioni.

Questi ultimi sviluppi non fanno che minare la fiducia degli investitori, già preoccupati dalla progressiva espansione delle dimensioni della blockchain di Ethereum (prossima a 1 TB ormai) e dalla pressione da parte del gruppo sempre più agguerrito di concorrenti nel campo delle piattaforme dApp e alla creazione di smart contract.

La versione di Buterin

Jeremy Rubin, sviluppatore di Bitcoin Core e dal consulente tecnologico di Stellar, ha scritto in un articolo per TechCrunch che un’eventuale adozione mainstream di Ethereum porterà a un surplus di token sul mercato, e quindi al crollo della moneta.

Intervistato da Bloomberg, il creatore di Ethereum, Vitalik Buterin, ha risposto due giorni fa che gli sviluppatori stanno lavorando su misure per garantire la rilevanza della seconda crypto più capitalizzata.

“Lo spazio blockchain sta arrivando al punto in cui si tocca un limite”, ha affermato Buterin, nella convizione che i giorni in cui il prezzo di una criptovaluta poteva crescere anche “di 1000 volte” non torneranno più indietro.

Il programmatore russo-canadese ha detto inoltre che la comunità della blockchain sta assistendo a una fase di transizione, nella quale passerà da un alto numero di persone “semplicemente interessate” a questa tecnologia al lancio effettivo di “applicazioni reali”, capaci di avere un impatto concreto nell’economia.

Leggi anche:
Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti