Trading di criptovalute: 6 regole da non dimenticare mai
Pagina principale Finanze, Investimenti nelle criptovalute, Criptovalute
Hot topic
6 Febbraio
12782 12k

Il trader conosciuto su Twitter sotto il nome di Potato McGruff elenca sei lezioni che potranno tornare utili a chi ha poca esperienza nel mercato delle criptovalute.

Il trading di criptovalute comporta il raggiungimento delle massime altezze quando si cavalca un razzo verso la luna e gli abissi più profondi quando si osserva il proprio portafoglio sanguinare. Ciò che vorrei fornirvi oggi sono alcune cose che avrei voluto sapere quando ho iniziato, sperando di fare un po’ di chiarezza sul mondo del trading e forse, dico forse, risparmiarvi alcune lezioni che ho imparato a mie spese.

1. Che tipo di trader siete?

Questa è una domanda introspettiva. Dovete guardare dentro voi stessi in maniera sincera e determinare che genere di trader volete essere. Molte persone fantasticano sui day-trader di Hollywood e sugli enormi profitti che ottengono. Onestamente, il day trading è estremamente stressante e potreste ritrovarvi a perdere i vostri soldi velocemente se non avrete il tempo di monitorare il mercato, soprattutto se non sapete cosa state facendo.

Ci sono tre diversi tipi di trader:

  • Day trader (quando si effettuano una o più trade al giorno);
  • Swing trader (quando si effettua una trade ogni 2-7 giorni, a volte di più se è ciò che richiede il trend);
  • Investitore (si compra nei cali, si tiene la posizione nel lungo termine).

Tutti i tre tipi sono modi validi per fare soldi, ma richiedono strategie differenti. Potreste scoprirvi essere un misto di questi. Personalmente, io ricado nella categoria degli swing trader e degli investitori. Non c’è niente di male nel non effettuare trade quotidianamente. A volte il miglior trade è quello che non viene effettuato. L’over trading è uno degli errori più comuni dei trader neofiti. Lasciate che sia il trade a venire da voi e cercate di capire con cosa state avendo a che fare. Se non saprete rispondere al perché abbiate effettuato quel trade, starete letteralmente giocando d’azzardo.

2. La psicologia del mercato è estremamente potente

L’analisi tecnica è uno strumento valido che può aiutarvi a prendere decisioni ragionate, ma sappiate sin da ora che non è una sfera di cristallo.

Il FUD (“Fear, Uncertainty, Doubt”, ovvero paura, incertezza e dubbi) e la FOMO (“Fear Of Missing Out”, ovvero la paura di essere tagliati fuori) sono estremamente potenti e la maggior parte dei grafici da manuale possono riservare sorprese. Praticate sempre la gestione del rischio e utilizzate gli stop loss. Imparate inoltre cosa sia una camera d’eco.

Se vi trovate nel canale Telegram ufficiale di una moneta o state parlando con un tizio chiamato “(inserire qui la moneta) Whale”, sappiate che questi individui hanno degli interessi personali nel volere che la moneta salga. Quando ho iniziato a fare trading sono rimasto fregato perché sentivo numerose persone in un gruppo per una moneta dire: “Questa moneta sta arrivando a 1 dollaro!”.

Quando si osservano diverse persone gridarlo, il concetto si fa spazio nella propria mente e si inizia a crederlo davvero. La FOMO comincia a fare effetto. Detto questo, imparate a calcolare il prezzo di una moneta. Non è così difficile. E ciò ci porta a:

3. Come calcolare il prezzo di una moneta

DigitByte (DGB) è la moneta di cui parlavo prima con la quale sono rimasto scottato. Mi era stato detto che avrebbe “raggiunto quota 1 dollaro entro la fine dell’anno!”. Non sapevo come venissero calcolati i prezzi delle monete, né come funzionasse la capitalizzazione di mercato, e ho gettato i miei soldi alla cieca nel corso del suo ciclo di mercato. L’ho pagata cara per questo.

Osservate il prezzo nello screenshot di sopra. È calcolato dalla capitalizzazione di mercato generale (563.193.234 dollari) divisa per l’offerta circolante (9.739.480.205 DGB). Questo ci porta al prezzo che osserviamo sopra. Potete trovare tutte le capitalizzazioni di mercato delle monete cliccando qui. Affinché il DGB equivalga a 1 dollaro, sarebbe necessaria una capitalizzazione di mercato del DGB di 9.739.480.205 dollari. È qualcosa di realistico per la monete che avete scelto? Assicuratevi di comprendere pienamente il potenziale della moneta con cui avete a che fare e stabilite delle aspettative realistiche.

4. Fate attenzione a Twitter, il vostro migliore amico e peggiore nemico

Twitter può essere una meravigliosa fonte di informazioni e allo stesso tempo una terribile. Tenete a mente che il 99,9% delle persone che posta grafici su Twitter ha già piazzato le sue posizioni, effettuato i suoi acquisti e sta adesso cercando di influenzare il mercato nella direzione che desidera. Quel tizio vi ha forse mostrato che (inserire qui il nome della moneta) sta per andare sulla luna? Avrà già comprato e, se fa parte di un gruppo, informato anche gli altri. Mettete tutto in discussione. Quali indicatori ha utilizzato quella persona per arrivare a tale conclusione? Non sapete a cosa corrisponda quel particolare indicatore? Chiedete. Poi cercatelo. Ricercatelo. Digitate quell’argomento su Google seguito da “Investopedia”. Questo è ciò che faccio ancora oggi. Non cercherò di insegnarvi l’analisi tecnica, perché ci sono tante persone che hanno già preparato queste lezioni meglio di come potrei farlo io.

Conducete le vostre ricerche. Riprendiamo il tizio che vi ha detto che il mercato sta per andare sulla luna: avete un’idea di chi sia? Da quanto tempo è nel mondo del trading? Molti trader di Twitter hanno un avatar cartoonesco. Non si sa chi siano. Riuscite a guardare i vostri amici in faccia e dire: “Ho comprato questa moneta perché lo ha detto un Doge con un’uniforme della marina di nome Potato McGruff?”.

Il numero di follower che si possiedono non equivalgono a un livello di credibilità o esperienza.

Non c’è niente di male nel fare domande! Molte personalità di Twitter sarebbero felici di indirizzarvi nella giusta direzione o spiegare i loro grafici se chiederete “come” e non “l’obiettivo, signore?”. Ignoro completamente le domande mirate perché non sono un consulente finanziario con licenza e non voglio vedere torce e forconi quando sbaglio. E indovinate un po’. Non ho una percentuale di successo del 100% e ho perso molte volte. Chiunque dichiari di non avere mai perso è un bugiardo e chi pensa di esserne immune è uno stupido.

5. Consigli generali

Rallentate. Ci sarà sempre un altro razzo se lo perderete. Respirate. Dall’altra parte, quella moneta che avete comprato è adesso sofferente; il suo team è approvato? La moneta ha un reale utilizzo? È probabile che si riprenderà se la conservate. Ci sono delle eccezioni, ma in linea generale conservare durante le tempeste non è una cattiva opzione. Ho iniziato a guadagnare di più quando ho trovato delle buoni posizioni per delle monete, le ho acquistate e conservate fino a che non hanno dato il loro meglio. $DOGE ne è un esempio: l’ho comprata a 15-17 satoshi e conservata per tre mesi prima di venderla a più di 100 satoshi. Andare all’inseguimento delle vette vi dissanguerà. Se avrete una buona posizione in una moneta, vi preoccuperete molto meno.

Possedere altcoin non è la stessa cosa che possedere BTC. Il vostro obiettivo è quello di ottenere più BTC o di investire in una moneta specifica? Tenetelo a mente quando create il vostro portafoglio. Se il vostro obiettivo è quello di guadagnare più BTC, fate attenzione a non diventare troppo fedeli a una moneta.

Il bitcoin è il re. Tenete sempre d’occhio il BTC. Distruggerà i vostri elementi alt molto velocemente se non starete attenti.

Investite in un wallet hardware. Ritirate le vostre monete non negoziabili per il lungo termine dagli exchange. Come vi sentireste se quell’exchange chiudesse improvvisamente e tutte quelle monete andassero perdute?

Utilizzate l’autenticazione a due fattori. E non gli SMS, ma un autenticatore basato su un dispositivo (come Google Authenticator). L’autenticazione via SMS è stata hackerata in precedenza. Questa è la vostra migliore difesa per evitare che il vostro conto venga compromesso.

Utilizzate password diverse per ogni exchange. Sì, potrebbe essere una scocciatura, ma preferireste forse perdere le vostre monete? Usate i segnalibri per i siti degli exchange. Andate sul sito e applicate il segnalibro. Fate così invece di cercarlo su Google. È stato scoperto che dei siti fasulli si camuffavano da exchange pagando delle inserzioni affinché spuntassero in cima ai risultati di Google.

6. Non fate tutto da soli

Quando negoziate da soli, non avete il lusso di far rimbalzare domande, grafici e lezioni imparate insieme agli altri. Alcune persone hanno una brutta considerazione dei gruppi a pagamento mentre altri non fanno altro che elogiarli. Se volete unirvi ad un gruppo a pagamento, vi consiglio fortemente di cercarne uno basato sull’insegnamento e non sui segnali. Dovete imparare a interpretare correttamente questi mercati e a proteggere i vostri interessi. Cosa farete se quel gruppo chiuderà?

Alla fine, in un modo o nell’altro dovrete pagare. Potete pagare un gruppo per apprendere, pagare i mercati con i vostri errori e tramite l’esperienza personale o un po’ di entrambe le cose. Personalmente, quando ho iniziato, mi sono iscritto a un gruppo a pagamento per imparare e al momento non me ne sono pentito. Non sarei qui oggi se non lo avessi fatto.

Anche se decidete di non unirvi a un gruppo di insegnamento a pagamento, cercatene uno gratuito, ma ancora una volta fate attenzione alle echo chamber.

Solitamente un gruppo a pagamento limita le voci inutili ed è possibile trovare dei trader/investitori più seri.

Conclusione

La pazienza è la chiave del crypto trading e sono molte le cose da gestire. Non abbiate paura di perdere una trade, in quanto questo ambiente è ricco di opportunità per fare soldi. Tenete a mente che è facile far soldi in questo mercato, ma che è più difficile mantenerli. Qualsiasi trade aperta non è vostra. Non lasciatevi guidare dall’avidità vendendo lentamente le vostre posizioni quando raggiungono la luna. Ancora una volta, ci sarà sempre un altro razzo da prendere!

Fonte: Medium

Leggi anche:
Perfavore descrivi l'errore
Chiudere