Tutto quello che bisogna sapere sul fintech
Pagina principale Finanze, Blockchain, ICO, Ethereum, Bitcoin, Fintech, Criptovalute
Hot topic
31 Gennaio
5812 5k

Cnbc ha preparato un glossario dove viene spiegato il significato dei termini fondamentali nel settore della tecnofinanza.

Fintech

Tutto quello che bisogna sapere sul fintech

Con questo termine generalmente viene definita qualsiasi innovazione tecnologica nei servizi finanziari.

I soggetti che operano in questo settore sviluppano nuove tecnologie per sconvolgere i mercati finanziari traditionali. Diverse startup sono state coinvolte nel processo della creazione di queste nuove tecnologie, ma anche molte delle principali banche mondiali, comprese HSBC e Credit Suisse, hanno sviluppato le loro idee di tecnofinanza. Le società fintech utilizzano tecnologie alla portata di tutti, come le app di pagamento, fino ad arrivare alle intelligenze artificiali e ai big data.

Criptovalute

Tutto quello che bisogna sapere sul fintech

Una criptovaluta è una valuta digitale decentralizzata che utilizza il criptaggio – il processo della conversione di dati in codici – per generare unità di valute e convalidare transazioni indipendenti da una banca centrale o da un governo.

Il Bitcoin ed Ether sono le forme più comuni di valute digitali. Tuttavia, ci sono altre forme di denaro virtuale, come Litecoin, Ripple e Dash.

Criptovalute e valute digitali: qual è la differenza?

Bitcoin

Tutto quello che bisogna sapere sul fintech

Il “Bitcoin” – un termine che siamo abituati ad utilizzare persino nella finanza tradizionale – è la prima e una delle più importanti criptovalute utilizzate dai trader nel mondo della tecnofinanza. Tutto è iniziato quando una persona sconosciuta (o delle persone sconosciute), sotto lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto, ha progettato il bitcoin come rete di pagamento peer-to-peer (P2P) senza il bisogno di un’amministrazione da parte di un’autorità centrale.

In un white paper introduttivo che presentava la valuta virtuale, Nakamoto definì il bitcoin come “Una versione puramente peer-to-peer di denaro elettronico (che) permetterebbe di effettuare pagamenti online direttamente da un soggetto ad un altro senza passare attraverso un’istituzione finanziaria”.

Bitcoin, una guida completa per principianti

Blockchain

Tutto quello che bisogna sapere sul fintech

La blockchain è una forma di tecnologia di ledger (o registro) distribuito. Ciò significa che mantiene traccia di tutte le transazioni di criptovalute su una rete distribuita di computer e priva di un punto centrale. Mette quindi al sicuro i dati tramite “blocchi” criptati. Diversi esperti della blockchain ritengono che la tecnologia possa fornire trasparenza per una moltitudine di industrie differenti e non soltanto per i servizi finanziari. La rete della blockchain originale è stata creata dal fondatore del bitcoin, Nakamoto, per fungere da ledger pubblico per tutte le transazioni di bitcoin.

Blockchain, una guida per principianti

Ethereum

Tutto quello che bisogna sapere sul fintech

Ethereum è un altro genere di rete della blockchain e nasce nel 2013 per iniziativa di Vitalik Buterin, programmatore russo-canadese di 19 anni. Ethereum differisce dalla blockchain originale in quanto è progettato per creare applicazioni decentralizzate. Queste sono applicazioni che consentono agli utenti di interagire gli uni con gli altri in maniera diretta, piuttosto che dovere ricorrere ad un intermediario.

Ether è il token della blockchain di Ethereum. Viene negoziato negli exchange di criptovalute.

Ethereum, una guida completa per principianti

Disruptive innovation

Tutto quello che bisogna sapere sul fintech

Una disruptive innovation ha luogo ogni volta che nuove tecnologie alterano il modo in cui operano i mercati. Sebbene non sia un termine esclusivo del campo fintech, viene spesso utilizzato per descrivere gli eventi in cui gli sviluppi tecnologici costringono le istituzioni finanziarie a riconsiderare il loro approccio al settore. A volte, le aziende di servizi finanziari impegnate nella tecnofinanza possono persino “sconvolgere” loro stesse. “Continuiamo a porci nuove sfide e ostacoli”, ha dichiarato per esempion Christina Hamilton, a capo delle partnership e delle espansioni internazionali presso la società di pagamenti Western Union.

Una guida agli investimenti nelle tecnologie innovative

Regtech

Tutto quello che bisogna sapere sul fintech

La tecnologia di regolamentazione (regtech) è quella che aiuta le aziende che lavorano nel settore dei servizi finanziari a rispettare le norme di conformità finanziaria. Una delle priorità principali della regtech è l’automazione e la digitalizzazione delle norme anti-riciclaggio che mirano a ridurre i proventi ottenuti illegalmente e le procedure “Know Your Customer”, che identificano e verificano i clienti delle istituzioni finanziarie per prevenire le frodi. La Financial Conduct Authority del Regno Unito è stata la prima autorità di regolamentazione governativa a promuovere il termine.

Le autorità di regolamentazione come la FCA stanno lavorando con le aziende di regtech su una serie di applicazioni diverse, compreso l’apprendimento automatico e da parte delle intelligenze artificiali, per migliorare l’efficienza della conformità nei servizi finanziari e ridurre i costi.

Insurtech

Tutto quello che bisogna sapere sul fintech

L’insurtech è una sottocategoria del fintech che si riferisce all’utilizzo della tecnologia per semplificare e migliorare l’efficienza del settore assicurativo. All’inizio di questo mese, un rapporto di Capgemini, gigante delle consulenze, e di Efma, organo del settore dell’assicurazione senza fini di lucro, ha rilevato che le società assicurative tradizionali stanno affrontando una crescente pressione concorrenziale per via della diffusione di una serie di startup insurtech.

ICO (initial coin offering)

Tutto quello che bisogna sapere sul fintech

Una Initial coin offering (ICO) è una misura di crowdfunding per le startup che utilizzano la blockchain. Questa comprende la vendita di unità di criptovalute di una startup in cambio di denaro.

Le ICO sono simili alle offerte pubbliche iniziali (IPO), nelle quali le quote di una società vengono vendute agli investitori per la prima volta. Tuttavia, le ICO differiscono dalle IPO in quanto hanno a che fare con i sostenitori di un progetto, piuttosto che con degli investitori, rendendo l’investimento più simile ad un esperimento di crowdfunding.

A settembre la Cina e la Corea del Sud hanno messo al bando le ICO temendo che questa pratica venisse sfruttata per realizzare delle frodi ai danni dei consumatori.

Cos’è una ICO?

Open banking

Tutto quello che bisogna sapere sul fintech

L’open banking si riferisce a un’idea emergente nei servizi finanziari e nella tecnofinanza che prevede che le banche debbano consentire a società terze di creare applicazioni e servizi utilizzando i dati della banca. Comporta l’uso di interfacce per la programmazione di applicazioni (application programming interfaces – “API”) – codici che consentono a diversi programmi finanziari di comunicare tra loro – per creare una rete collegata di istituzioni finanziarie e fornitori terzi.

I sostenitori dell’open banking ritengono che un “ecosistema API aperto” consentirà alle startup fintech di sviluppare nuovi strumenti come app per cellulare per permettere ai clienti di avere un maggiore controllo dei loro dati bancari e delle loro decisioni finanziarie.

Robo-advisor

Tutto quello che bisogna sapere sul fintech

I robo-advisor sono piattaforme che automatizzano i consigli di investimento utilizzando algoritmi finanziari. Questi limitano la necessità di gestori di investimenti umani, riducendo quindi drasticamente i costi della gestione di un portafoglio.

I soggetti non bancabili

Tutto quello che bisogna sapere sul fintech

I “non bancabili” sono coloro che non hanno accesso a servizi finanziari tradizionali o bancari. Diverse società di fintech hanno sviluppato prodotti indirizzati a questa porzione della società, fornendo loro soluzioni esclusivamente digitali per avere accesso ai servizi finanziari.

Inclusione finanziaria

Tutto quello che bisogna sapere sul fintech

L’inclusione finanziaria si riferisce alle soluzioni fintech che forniscono alternative finanziarie più accessibili a persone svantaggiate e con basso reddito che, come i non bancabili, potrebbero avere un accesso scarso o nullo ai servizi finanziari tradizionali.

Smart contract

Tutto quello che bisogna sapere sul fintech

Gli smart contract sono programmi informatici che eseguono automaticamente i contratti tra venditori e acquirenti. Sono spesso basati sulla blockchain e possono far risparmiare enormi quantità di tempo e costi nelle transazioni che solitamente richiederebbero un umano per metterle in pratica. In Ethereum, ad esempio, i contratti vengono considerati come script decentralizzati immagazzinati nella rete della blockchain per un’esecuzione posteriore.

Cosa sono gli smart contract?

Acceleratori

Tutto quello che bisogna sapere sul fintech

Gli acceleratori, anche noti come “seed accelerators”, sono programmi adottati da organizzazioni finanziarie per guidare e collaborare con le startup fintech. Gli acceleratori della tecnofinanza possono essere finanziati sia pubblicamente che privatamente, con diversi programmi che vengono gestiti da grosse banche, dalla banca centrale del Regno Unito, la Banca d’Inghilterra, fino alla banca privata internazionale Barclays.

Leggi anche:
Perfavore descrivi l'errore
Chiudere