La blockchain di Telegram è pronta al 70%
Pagina principale Riassunto, Blockchain, ICO, Bitcoin, Criptovalute, Francia
Hot topic
22 Novembre
965 965

Il riassunto delle principali notizie della giornata su criptovalute e blockchain

La blockchain di Telegram è pronta al 70%

Lo sviluppo di TON, la piattaforma blockchain di Telegram, è quasi completato, secondo un documento ufficiale inviato agli investitori che risale al 5 settembre e condiviso da The Block.

In generale, il progetto sarebbe pronto al 70%. La TON Virtual Machine, ovvero la componente che gestirà l’esecuzione degli smart contract, è stata “implementata e testata completamente”, mentre la preparazione del software per la generazione e la convalida dei blocchi risulta ancora al 10%.

Attraverso la vendita riservata del suo token nativo, Gram, l’azienda ha raccolto 1,7 miliardi di dollari. Gli investitori avrebbero dovuto ricevere i loro token a dicembre di quest’anno, ma probabilmente dovranno aspettare fino al 2019 per vedere Gram listato su qualche exchange.

Le tabaccherie francesi potranno vendere bitcoin a partire dal 2019

In Francia i tabaccai potranno vendere piccole quantità di bitcoin a partire dal prossimo anno. La settimana scorsa la Federazione Francese del Tabacco e la Banca di Francia hanno raggiunto un accordo secondo il quale, a partire dal 1° gennaio 2019, tra i 3.000 e 4.000 tabaccai saranno dotati di un software che permetterà ai loro clienti di acquistare bitcoin. Si presume che i bitcoin saranno venduti in importi fissi di 50, 100 e 250 euro.

La stablecoin di Circle ha ricevuto un audit

Grant Thornton, una delle più famose società di revisione contabile al mondo, ha pubblicato un report su USD Coin, stablecoin emessa dalla startup Circle, nel quale conferma che la criptovaluta è garantita completamente da depositi in dollari USA. Secondo il documento, al 31 ottobre, Circle Internet Financial aveva circa 127,5 milioni di dollari sul proprio conto, e a quel tempo erano in circolazione 127,4 milioni di USDC.

BBVA e Banco Santander entrano nella International Blockchain Association

Le banche spagnole BBVA e Banco Santander hanno aderito alla International Association for Trusted Blockchain Applications (IATBA) dell’Ue, una piattaforma nata per promuovere l’uso della blockchain che sarà operativa a partire dal primo trimestre del 2019.

La IATBA è un’iniziativa promossa dalla European Blockchain Partnership. L’obiettivo principale di questo partenariato è quello di sviluppare e implementare un’infrastruttura europea di servizi basati sulla blockchain che supporti la fornitura di servizi pubblici digitali transfrontalieri con i più elevati standard di sicurezza e privacy.

Giga Watt dichiara bancarotta

L’impresa statunitense Giga Watt, attiva nel campo del mining di bitcoin, ha dichiarato bancarotta lunedì 19 novembre. La società ha presentato istanza di fallimento presso un tribunale nel distretto orientale di Washington. I suoi creditori sono circa 20 società, compresi servizi pubblici e fornitori di energia elettrica. A quanto pare Giga Watt deve loro circa 10-50 milioni di dollari, mentre gli asset dell’azienda ammontano solo a 50.000 dollari.

La capitalizzazione totale del mercato delle criptovalute è di 146 miliardi di dollari.

  • Nelle ultime 24 ore il bitcoin (Bitcoin) perde il 2,9% a 4500 $.
  • Ripple (XRP/USD) perde l’1,40% a 0,43 $.
  • Ethereum (ETH/USD) perde il 2,75% a 132 $.
  • Bitcoin Cash (Bitcoin.Cash) perde il 7,50% a 223 $.
  • Stellar perde il 3,44% a 0,19 $.

Performance migliore nella top 100: Golem (+9,11%)

ICO in corso

Le prossime ICO

  • 28 noviembre: Cryptyk
  • 1 gennaio: Börser

Per un elenco completo delle ICO in corso e di quelle future, clicca qui.

Leggi anche:
Perfavore descrivi l'errore
Chiudere