Telegram cancella la sua Ico pubblica
Roman Pimenov/Interpress/TASS
Pagina principale Riassunto, Corea del Sud, ICO, Ethereum, Bitcoin, Criptovalute
Hot topic
3 Maggio
1289 1k

Le notizie più importanti del giorno

Telegram cancella la sua Ico pubblica

La popolare app di messaggistica Telegram ha annullato la sua initial coin offering pubblica dopo aver raccolto 1,7 miliardi di dollari da meno di 200 investitori privati. Lo riferisce il Wall Street Journal, che cita fonti interne. A quanto pare la società sarebbe soddisfatta della somma raccolta durante la fase di vendita riservata, e preferirebbe non doversi sottoporre ai problemi operativi e normativi derivanti dall’allargare l’offerta al grande pubblico.

Goldman Sachs traderà prodotti legati al bitcoin

Il colosso bancario ha confermato che inizierà ad offrire ai suoi clienti “molteplici tipologie di contratto collegate al prezzo del bitcoin”, come riportato dal New York Times. Sebbene inizialmente Goldman Sachs non acquisterà o venderà veri e propri bitcoin, la società spera di riuscire a negoziare la criptovaluta in maniera diretta in futuro. Le prime voci secondo cui la società stesse preparando un’operazione relativa alle criptovalute risalgono allo scorso dicembre, ma i dirigenti le avevano smentite.

Nelle prossime settimane Goldman inizierà a usare il proprio denaro per negoziare contratti futures sul bitcoin per conto dei clienti, oltre a offrire degli NDF (Non-Deliverable Forward, contratti a termine senza facoltà di consegna), strumenti simili ai futures ma dotati di maggiore flessibilità.

Un progetto di legge sudcoreano vuole legalizzare alcune Ico

Un gruppo di legislatori sudcoreani sta lavorando ad un progetto di legge per legalizzare il lancio di nuove initial coin offering, a condizione che rispettino determinate condizioni sotto la supervisione del governo, secondo quanto riportato dal giornale locale The Korea Times. L’iniziativa è la prima sfida parlamentare al divieto del governo di aprire nuove Ico, che è stato introdotto lo scorso anno per contrastare gli investimenti speculativi nelle criptovalute.

Mastercard: il divieto alle criptovalute ha contribuito al calo dei volumi nel primo trimestre

Le iniziative intraprese dalle grandi banche per vietare ai propri clienti di utilizzare le proprie carte di credito per l’acquisto di criptovalute ha portato a un calo del volume delle operazioni transfrontaliere durante il primo trimestre del 2018, secondo la direttrice finanziaria di Mastercard Martina Hund-Mejean. Il volume di pagamenti transfrontalieri della società è sceso del 2% rispetto all’ultimo trimestre del 2017 “in parte a causa del calo nei finanziamenti di portafogli di criptovalute”, ha dichiarato durante una earnings call.

Gli exchange britannici chiedono più regolamentazione

CryptoUK, un gruppo autoregolamentato di società attive nel settore delle criptovalute, ha richiesto maggiore supervisione da parte dei regolatori sl mercato delle valute digitali in Gran Bretagna. Secondo il gruppo, Financial Conduct Authority (FCA) dovrebbe essere responsabile della concessione di licenze ad exchange autorizzati e dovrebbe inoltre fare rispettare nuovi requisiti, tra cui pratiche antiriciclaggio, verifica degli investitori e norme operative.

Enterprise Ethereum Alliance pubblica gli standard per le applicazioni sulla blockchain di Ethereum

La serie di standard Enterprise Ethereum Architecture Stack (EEAS) diventerà il quadro di riferimento per le imprese che forniscono strumenti ed elementi infrastrutturali per creare una nuova generazione di applicazioni aziendali basate su Ethereum. L’EEAS, al quale l’AEA sta lavorando da un anno e mezzo, fungerà da “elemento quadro del sistema operativo decentrato mondiale”, ha dichiarato Joseph Lubin, co-fondatore di Ethereum.

La capitalizzazione totale del mercato delle criptovalute è di 435 miliardi di dollari.

  • Nelle ultime 24 ore il bitcoin (Bitcoin) segna +0,44% a 9221 $.
  • Ethereum (ETH/USD) guadagna il 5,53% a 720 $.
  • Ripple (XRP/USD) segna -0,12% a 0,85 $.
  • Bitcoin Cash (Bitcoin.Cash) guadagna il 2,87% a 1484 $.
  • EOS (EOS/USD) perde il 4,63% a 17,99 $.

Le prossime ICO

  • 1 giugno: PlayHall
  • 7 giugno: VR MED
  • 1 luglio: Minery
  • 27 luglio: Woow-Cams

Per un elenco completo delle ICO in corso e di quelle future, clicca qui.

A cura di Corrado Nizza

Leggi anche:
Perfavore descrivi l'errore
Chiudere