L'Economist si schiera per il No, la riforma di Renzi va “contro i principi della democrazia”
Geert Vanden Wijngaert
Pagina principale Riassunto, Russia, Italia, Referendum costituzionale, Petrolio
Hot topic
25 novembre 2016
2422 2k

Una selezione delle notizie più importanti da parte della redazione di Insider.pro

L'Economist si schiera per il No, la riforma di Renzi va “contro i principi della democrazia”

Il settimanale economico britannico Economist si schiera apertamente per il No al referendum italiano del 4 dicembre, definendo la riforma proposta da Renzi "contro i principi della democrazia", per questo scrive: "Non è quella costituzionale la riforma di cui l'Italia ha bisogno" e minimizzando gli aspetti negativi di un eventuale successivo governo tecnico dice che "potrebbero non essere la catastrofe che tanti in Europa temono. L'Italia potrebbe mettere insieme un governo tecnico, come ha fatto tante volte in passato". La presa di posizione del settimanale britannico contribuisce ad alzare la tensione in questa campagna elettorale sempre più accesa; nel frattempo Chiara Appendino e il sindaco di Roma Virginia Raggi fanno sapere in un post sul blog dei 5 Stelle che in caso di vittoria del Sì rinunceranno al proprio ruolo di senatrici.

Notte di terrore in una casa di cura in Francia, uomo armato fa irruzione e uccide la custode

In un paesino del sud della Francia vicino a Montpellier 60 monaci e suore hanno trascorso ore di terrore stanotte quando un uomo incappucciato e armato di un fucile a canne mozze e di un coltello ha prima legato e imbavagliato, poi ucciso con diverse coltellate la custode che gli aveva aperto la porta. Grazie all'intervento di un blitz delle forze speciali i monaci sono stati tratti in salvo, ma il killer, di cui finora si ignorano sia le generalità che il movente, è riuscito a fuggire ed è al momento ricercato in tutta la Francia.

Russia e l'Ue parlano di energia

Il ministro dell'energia russo e il suo omologo europeo discuteranno oggi "cooperazione energetica". La Russia vuole mandare di più del suo gas attraverso il gasdotto Opal della Germania in Europa. Lo sfondo, però, è lo scontro tra l'Ue la Russia sulla questione dell'Ucraina, il cui presidente era a Bruxelles questa settimana per cercare di ottenere più sostegno per il suo governo sotto attacco.

Un Black Friday meno pazzo nei negozi statunitensi quest'anno

L'inizio del tradizionale shopping natalizio negli Stati Uniti è previsto battere i record in termini di vendite, ma un minor numero di americani si stanno mettendo in fila davanti ai negozi, preferendo invece fare acquisti on-line.

I ministri delle finanze europei continuano a discutere della Grecia

I rappresentanti del salvataggio della Grecia ovvero Germania, Francia, Italia, Spagna e Paesi Bassi si incontreranno oggi con i funzionari del FMI a Berlino per discutere della crisi del debito greco. La zona euro sta puntando per un nuovo accordo sulla riforma fiscale a partire dal 5 dicembre.

Il Giappone ha criticato l'implementazione della Russia di missili sulle isole contese

Il primo ministro Shinzo Abe ha definito la situazione "deplorevole". I media russi hanno riferito questa settimana che i missili anti-nave sono ora operativi sulle isole Curili, al sud della Russia, e nei Territori del Nord in Giappone.

La Colombia ha firmato un nuovo accordo di pace con i ribelli delle FARC

Il nuovo accordo sarà posto al vaglio del Congresso per l'approvazione, piuttosto che al pubblico, che ha respinto un precedente accordo nel mese di ottobre. L'accordo richiede che le truppe del FARC consegnino tutti i loro beni per rimborsare le vittime, ma gli avversari dicono i cambiamenti sono solo una messa in scena.

La Russia ha dichiarato che non taglierà la produzione di petrolio

Il ministro dell'energia Alexander Novak ha detto che il massimo che la Russia potrebbe fare è mantenere la produzione ai livelli correnti nel prossimo anno, il che, ha sostenuto Novak, è pari comunque ad una riduzione visto che la Russia aveva in programma di incrementare la produzione. L'Arabia Saudita vuole che i colleghi - membri dell'OPEC riducano la fornitura di petrolio per sostenere i prezzi.

Calendario economico:

  • 00:30 (JPY) Indice nazionale generale dei prezzi al consumo (Annuale) (Ott)
  • 00:30 (JPY) Indice generale dei prezzi a Tokyo (Annuale) (Nov)
  • 0:30 (GBP) Investimenti delle aziende (Trimestrale) (3° trim.)
  • 10:30 (GBP) PIL (Annuale) (3° trim.)
  • 10:30 (GBP) PIL (Trimestrale) (3° trim.)
  • 4:30 (USD) Bilancia Commerciale di Beni (Ott)
  • 15:45 (USD) Indice Markit PMI Composito
  • 15:45 (USD) Indice dei direttori agli acquisti del settore terziario (Nov)
Leggi anche:
Perfavore descrivi l'errore
Chiudere