Guida ai wallet hardware
Pagina principale Analisi, Criptovalute
Hot topic
20 Settembre
689 689

Una guida ad alcuni dei più popolari portafogli hardware per criptovalute.

Ci sono molti tipi di wallet per criptovalute. Possono supportare monete diverse, offrire una sicurezza migliore o peggiore ed essere più o meno facili da usare. Tuttavia, è opinione comune che i wallet hardware siano l’opzione più sicura per gestire e conservare le vostre criptovalute.

Passiamo in rassegna i dispositivi più popolari.

Con 1.326.201 dispositivi venduti in tutto il mondo, Ledger Nano S è leader nel settore dei wallet hardware. Non c’è da stupirsi, considerando il suo supporto a un gran numero di criptovalute e una robusta serie di funzioni di sicurezza.

Il Ledger Nano S supporta un’ampia lista di criptovalute, incluse le risorse più popolari come Bitcoin, Ethereum, XRP, Litecoin e molte altre (qui un elenco completo).

Inoltre Ledger amplia costantemente la sua copertura di crypto asset con le applicazioni sviluppate dalla società stessa, così come con le applicazioni offerte dalla sua community e ampiamente testate da Ledger.

Il Ledger Nano S, che attualmente viene venduto a circa 120 dollari, può eseguire contemporaneamente da 5 a 18 applicazioni di dispositivi.

Come impostazione predefinita, il Nano S ha alcune applicazioni già installate: Bitcoin, Ethereum e FIDO U2F. Possono comunque essere rimosse o sostituite. Le nuove applicazioni possono essere aggiunte tramite Ledger Manager, una sorta di app store gratuito.

Anche se l’applicazione del dispositivo è stata disinstallata, le chiavi private per accedere agli asset rimangono sicure e sono sempre accessibili semplicemente reinstallando l’applicazione sul dispositivo.

Le chiavi private del Ledger vengono generate durante il processo di inizializzazione e sono quindi memorizzate all’interno del chip Secure del dispositivo. Ledger non può mai fare una copia delle vostre chiavi private, né queste diventano mai visibili al computer a cui è collegato il dispositivo Ledger. Un computer compromesso non sarà mai in grado di accedere al contenuto del chip Secure.

Ogni volta che il dispositivo Ledger viene collegato alla porta USB del computer, sarà necessario inserire un codice PIN. Se il codice PIN viene inserito in modo errato per tre volte, il dispositivo Ledger si resetta, cancellando tutto il suo contenuto. Un malware non può resettare il portafoglio inviando tre codici PIN errati perché prima di provare un nuovo codice PIN è necessario scollegare fisicamente e ricollegare il portafoglio alla porta USB.

Il dispositivo è controllato da soli 2 pulsanti e tutte le azioni possono essere verificate sullo schermo. Questo permette agli utenti di controllare ciò che sta accadendo in qualsiasi momento e di verificare in modo sicuro qualsiasi transazione.

Se il wallet hardware di Ledger viene rubato, perso o si perde l’accesso ai propri account, è possibile utilizzare la frase di recupero di 24 parole fornita durante l’inizializzazione del dispositivo per ripristinare gli account su un altro dispositivo Ledger.

Il Ledger Blue è un altro portafoglio hardware offerto da Ledger. Ha le stesse funzionalità del Nano S, ma sembra più un iPad che una chiavetta Bluetooth. Invece di controllare il portafoglio hardware con due soli pulsanti, è possibile i propri bitcoin su un touchscreen colorato.

Il principale concorrente di Ledger sul mercato è il wallet hardware di Trezor. Trezor è stato il primo wallet hardware per criptovalute a entrare sul mercato nell’agosto 2014.

Trezor offre due tipi di wallet hardware: Trezor One e Trezor Model T.

Trezor One è l'opzione più conveniente consigliata per i novizi di Bitcoin. Un dispositivo Trezor è compatibile sia con il computer che con lo smartphone. Supporta sistemi operativi come Windows 7 e superiori, macOS10.11 e superiori, Linux e Android OS.

Trezor supporta più di 500 tra monete e token, come Bitcoin, Litecoin, Dash, Zcash, Bitcoin Cash, Bitcoin Gold, Ethereum (+ tutti i token ERC20), Ethereum Classic, Expanse, UBIQ, NEM e anche la testnet di Bitcoin.

TREZOR offre attualmente il suo portafoglio nel proprio negozio online per circa 103 dollari.

Gli utenti Trezor controllano le chiavi private, il che significa che l’intero portafoglio può essere salvato con 24 parole generate durante l’installazione. Il seed viene generato offline e visualizzato sullo schermo del TREZOR, il che assicura che il seme non si trovi mai su un dispositivo collegato a Internet.

Un codice PIN è necessario durante la configurazione e per confermare la spesa. Dopo ogni digitazione errata, il periodo di attesa tra un tentativo fallito e l’altro raddoppia: per eseguire 30 digitazioni errate di codice PIN ci vorrebbero 17 anni.

Gli utenti possono aggiungere una passphrase al seed di 24 parole per una maggiore sicurezza, che agisce come una 25esima parola. Nel caso in cui un dispositivo Trezor è stato perso o danneggiato, il wallet può essere recuperato con il seed di 24 parole e la passphrase.

Rilasciato nel settembre del 2015, KeepKey è il terzo portafoglio hardware commerciale più noto sul mercato dopo Ledger Nano S e Trezor. KeepKey funziona con il software del portafoglio sul computer dell’utente assumendo la gestione della generazione di chiavi private, dello stoccaggio di chiavi private e della firma delle transazioni.

Il wallet KeepKey è il più grande dei tre wallet hardware e offre molte delle stesse caratteristiche di sicurezza di TREZOR e Ledger Nano S. Con un costo di circa 130 dollari, KeepKey è il più costoso dei tre wallet hardware. Il prezzo elevato è dovuto al suo schermo digitale, cal orpo in metallo e all’alto livello di sicurezza.

Guida ai wallet hardware
buybitcoinworldwide.com

Il wallet hardware supporta una serie di criptovalute, tra cui Bitcoin, Bitcoin Cash, Dash, Dogecoin, Ethereum, Litecoin e molte altre (qui l’elenco completo).

Il dispositivo KeepKey non ha un sistema operativo ed è protetto da virus, malware e keylogger. È alimentato tramite USB e deve essere collegato a un computer per poter essere utilizzato.

Durante l’inizializzazione, gli utenti hanno la possibilità di scrivere un backup della KeepKey sotto forma di una frase di recupero di dodici parole.

Se il KeepKey viene perso o rubato, il dispositivo e le sue criptovalute possono essere ripristinati senza compromettere la sicurezza delle chiavi private.

Con KeepKey è possibile convertire le monete direttamente nel wallet. La funzione è stata aggiunta in seguito all’acquisizione di KeepKey da parte di ShapeShift nell’agosto 2017. In questo modo è possibile effettuare operazioni di scambio di monete senza dover creare un conto sugli exchange.

CoolWallet S di CoolBitX è un portafoglio hardware mobile per il cold storage di Bitcoin, Litecoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash e token ERC20. Flessibile, robusto, leggero, questo wallet simile a una carta di credito è impermeabile, a prova di manomissione, resistente agli urti e resistente al calore/freddo. Costa 99 dollari.

CoolBitX ha stretto una partnership con l’exchange decentralizzato JOYSO per consentire il trading direttamente su portafoglio hardware. La partnership che ha visto il CoolWallet S combinato con la piattaforma ibrida decentralizzata (HEX) di JOYSO, che permette ai clienti di negoziare in modo sicuro tramite il loro wallet e smartphone.

Per onfigurare per la prima volta il CoolWallet S è necessaria un’applicazione iOS o Android. Gli utenti devono scaricare e installare l’applicazione prima di accoppiarla al proprio dispositivo via Bluetooth con una password unica, dopodiché viene richiesto loro di creare un nuovo portafoglio.

I nuovi portafogli possono essere generati con 12, 18 o 24 numeri di sicurezza. Anche se il dispositivo è stato perso, è necessario utilizzare la scheda di recupero del seed e inserire il seme di backup per recuperare il portafoglio sull’applicazione.

Allo stesso modo, le criptovalute possono essere ripristinate utilizzando qualsiasi portafoglio deterministico gerarchico standard che utilizza lo stesso protocollo.

Digital Bitbox è un wallet hardware minimalista proveniente dalla Svizzera ed enfatizza la sicurezza e la privacy. Le caratteristiche includono backup completamente offline e semplificato, negazione plausibile, supporto multi-sig, un’applicazione desktop nativa e un’applicazione mobile per la verifica e 2FA.

Il BitBox è un portafoglio hardware plug-and-play che permette di conservare, spendere e ricevere le criptovalute.

Attualmente supporta Bitcoin, Ethereum, Litecoin e i token ERC20, ma in futuro dovrebbe aggiungere altre monete.

Il dispositivo è dotato di una scheda micro SD, che consente di creare, eseguire il backup e il recupero del portafoglio in modo estremamente semplificato e sicuro.

Anche se qualcuno ruba il BitBox, dovrà anche violare la password per rubare le monete. Se l’autenticazione a due fattori è abilitata, sarà necessario anche il dispositivo di secondo fattore dell’utente (ad esempio un telefono cellulare). Dopo 15 tentativi infruttuosi di indovinare la password, il BitBox cancellerà tutti i segreti e si resetterà.

Leggi anche:
Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti