Tutto quello che c’è da sapere sui fondi hedge.

Un fondo hedge è semplicemente un nome stravagante per un fondo di investimento. È l’unione tra un gestore di fondi, che spesso viene chiamato socio gestore, e gli investitori nel fondo hedge, a volte chiamati soci accomandanti. I soci accomandanti contribuiscono con il denaro e il socio gestore lo gestisce in base alla strategia del fondo. Lo scopo di un fondo hedge è di massimizzare i profitti degli investitori ed eliminare i rischi, per questo si chiama ‘hedge’ (assicurazione, copertura). Se questi obiettivi assomigliano molto a quelli dei fondi comuni, è perché lo sono, ma la somiglianza finisce qui.

Il nome “fondo hedge” viene usato perché lo scopo di questi strumenti è quello di fare soldi sia quando il mercato è in rialzo, sia quando è in ribasso. Questo è stato reso possibile perché i gestori possano proteggersi attraverso posizioni lunghe o corte (lo shorting è un modo di far soldi quando le azioni calano).

Caratteristiche principali

  1. È aperto solo a investitori “accreditati” o qualificati: gli investitori nei fondi hedge devono soddisfare certi requisiti di patrimonio netto per poter investire; per esempio un patrimonio netto eccedente 1 milione di dollari, esclusa la loro residenza principale.
  2. Ampia gamma di investimento: l’universo di investimenti di un fondo hedge è limitato solamente dal suo mandato. Un fondo hedge può in pratica investire in qualunque cosa: terreni, immobili, azioni, derivati, valute. I fondi comuni, al contrario, devono limitarsi ad azioni o obbligazioni.
  3. Impiega spesso leva finanziaria: i fondi hedge spesso usano denaro preso in prestito per ampliare i loro profitti. Come abbiamo visto durante la crisi finanziaria del 2008, la leva finanziaria può anche spazzare via i fondi hedge.
  4. Struttura tariffaria: invece di far pagare solo un solo expense ratio, i fondi hedge fanno pagare sia un expense ratio che una commissione sul rendimento. La struttura tariffaria usuale viene chiamata “Two and Twenty”, una commissione del 2% sulla gestione degli asset e del 20% sui guadagni generati.

Ci sono altre caratteristiche specifiche che definiscono un fondo hedge, ma in pratica, siccome sono dei mezzi di investimento privati che permettono di investire solo a individui con alti patrimoni, i fondi hedge possono fare quasi tutto quello che vogliono, purché rivelino in anticipo la loro strategia agli investitori. Questa vasta gamma può apparire rischiosa, e in effetti a volte lo è. Alcuni dei fallimenti finanziari più spettacolari riguardano fondi hedge. Detto questo, l’offerta di questa flessibilità dei fondi hedge ha permesso ad alcuni dei gestori di denaro più abili di produrre guadagni sorprendenti a lungo termine.

Un fondo hedge all’opera

Per capire meglio i fondi hedge e perché siano diventati così popolari sia con gli investitori che con i gestori di denaro, creiamone uno e guardiamolo funzionare per un anno. Chiamerò il mio fondo hedge “Value Opportunities Fund, LLC”. Il mio accordo di gestione, il documento legale che dice come opera il mio fondo, indica che riceverò il 25% di qualunque profitto al di sopra del 5% annuo e che posso investire in qualunque cosa ovunque nel mondo.

Dieci investitori vi partecipano, investendo ognuno 10 milioni di dollari, quindi il mio fondo possiede 100 milioni di dollari. Ogni investitore compila il suo accordo di investimento, simile a un modulo di richiesta di conto, e spedisce il suo assegno direttamente al mio broker o all’amministratore del fondo. L’amministratore del fondo è una ditta contabile che provvede a tutto il lavoro amministrativo di un fondo di investimento. Value Opportunities Fund è aperto e inizio a gestire il denaro. Appena trovo delle opportunità attraenti, chiamo il mio broker e gli dico cosa voglio comprare con questi 100 milioni di dollari.

Passa un anno e il mio fondo adesso è salito del 40%, quindi vale 140 milioni di dollari. Ora, secondo l’accordo di gestione del fondo, i primi 5% appartengono agli investitori, e il resto al di sopra di questo, viene diviso 25% a me e il 75% che rimane suddiviso tra i miei investitori. Quindi il guadagno di 40 milioni di dollari prima di tutto viene ridotto di 2 milioni di dollari (5% di 40 milioni) e questo va agli investitori. Questo 5% si chiama tasso minimo (“hurdle rate”), perché si deve ottenere questo tasso minimo del 5% prima di poter guadagnare un qualunque compenso sull’andamento del fondo. Gli altri 38 milioni di dollari vengono divisi: 25% a me e 75% ai miei investitori.

In base all’andamento del mio primo anno e ai termini del mio fondo, ho guadagnato 9,5 milioni di dollari in compensi in un solo anno. Gli investitori ottengono gli altri 28,5 milioni di dollari insieme ai 2 milioni di dollari di tasso minimo, per un totale di 30,5 milioni di dollari. Come potete vedere, il business del fondo hedge può essere davvero redditizio. Se avessi invece gestito 1 miliardo di dollari, la mia parte sarebbe stata di 95 milioni di dollari e quella dei miei investitori di 305 milioni di dollari. Naturalmente, molti gestori di fondi hedge vengono denigrati a causa di questi guadagni in denaro esuberanti. Ma questo perché chi punta il dito, spesso i giornali, non riporta il fatto che gli investitori hanno guadagnato 305 milioni di dollari. Quando mai hai sentito un investitore di un fondo hedge lamentarsi che il suo gestore di fondo guadagna troppo?

Non per tutti

Appare ovvio che i fondi hedge offrano alcuni benefici fruttuosi rispetto ai fondi di investimento tradizionali. Alcuni vantaggi degni di nota dei fondi hedge includono:

  1. Strategie di investimento che hanno l’abilità di generare entrate positive sia in mercati azionari e obbligazionari in rialzo che in ribasso.
  2. I fondi hedge in un portafoglio bilanciato possono ridurre i rischi e l’instabilità complessiva del portafoglio e aumentarne i rendimenti.
  3. Una vasta gamma di stili di investimento di fondi hedge, molti non correlati, dà agli investitori la possibilità di personalizzare con precisione la strategia di investimento.
  4. Accesso ad alcuni dei più dotati gestori di investimento al mondo.

Ma i fondi hedge non sono certo immuni da rischi:

  1. La strategia di investimenti concentrati espone i fondi hedge a perdite potenzialmente enormi.
  2. I fondi hedge in genere richiedono agli investitori di bloccare il denaro per diversi anni.
  3. L’uso della leva può trasformare quella che sarebbe stata una piccola perdita in una perdita rilevante.
Leggi anche:
Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti